Genovese (veloce) di seppia

6 marzo 2016 § 2 commenti

Trofie Pasta with Onions and Squid

La genovese è una ricetta tipica della cucina napoletana che di fa con abbondanti cipolle e carne che prevede la cottura lenta per circa tre ore. Tipicamente si abbina con gli ziti (spezzati a mano, secondo la tradizione) oppure i paccheri. Più di recente, la genovese è stata proposta con il polpo, che anche necessita di una cottura prolungata. In questa versione, invece, la genovese si prepara con la seppia, e necessariamente avrà una cottura molto più breve.

Ingredienti per 3 persone:

  • tre cipolle
  • 600 grammi di seppie fresche piccole
  • 250 grammi di trofie fresche
  • olio extravergine di oliva
  • ½ bicchiere di vino bianco
  • maggiorana
  • prezzemolo
  • sale e pepe

In una padella far rosolare ed appassire le cipolle tagliate a striscioline nel senso longitudinale aggiungendo pochissima acqua di tanto in tanto. Quando le cipolle saranno morbide e bionde, aggiungere le seppie, precedentemente pulite, spellate e tagliate a pezzettini. Sfumare con il vino bianco ed aggiungere un po’ di maggiorana. Scolare le trofie ancora ben al dente, aggiungerle alla genovese di seppia e mantecare per qualche minuto. Aggiustare di sale e pepe, quindi servire con prezzemolo tritato fresco.

Annunci

Linguine con mazzancolle

22 gennaio 2016 § Lascia un commento

 

Linguini Pasta with Jumbo Tiger Shrimps

 

Ingredienti per 4 persone
320 g di linguine
500 g di mazzancolle (4 a persona circa)
250g di pomodori ciliegini
1 spicchio d’aglio
prezzemolo tritato finemente q.b.
olio extravergine d’oliva q.b.
sale q.b.

Sgusciare le mazzancolle (si possono lasciare le code per un motivo estetico), incidere il dorso in modo da eliminare il budello. In una pentola rosolare in poco olio i gusci e le teste delle mazzancolle per qualche minuto, ricoprire con mezzo litro circa di acqua fredda e far bollire a fuoco lento per circa 30 minuti. Filtrare questo brodo e tenere in caldo. In una padella larga soffriggere le mazzancolle nell’olio insieme all’aglio per circa 2 minuti e togliere i crostacei dalla padella. Nella stessa padella soffriggere i pomodori ciliegini tagliati a metà per qualche minuto e rimuoverli dalla padella. Calare la pasta in abbondante acqua salata, scolare ben al dente e trasferirla nella padella dove sarà saltata per qualche minuto aggiungendo il brodo dei gamberi fino a che non sarà assorbito dalla pasta. In ultimo aggiungere i gamberi, i pomodorini e prezzemolo tritato finemente e servire.

Spaghetti cozze e melanzane

5 luglio 2015 § Lascia un commento

Spaghetti with Mussels and Aubergine

Spaghetti with Mussels and Aubergine

Ingredienti per 4 persone

320 g di spaghetti
1 kg di cozze
1 grossa melanzana tonda
un ciuffo di basilico
uno spicchio d’aglio
olio e sale q.b.

Tagliare la melanzana a cubetti e soffriggerla in una padella con uno spicchio d’aglio e olio. Pulire le cozze e farle aprire. Sgusciarle e conservarne il sugo dopo averlo filtrato. Tritare il basilico. Unire le cozze alle melanzane cotte. Cuocere la pasta in acqua non salata, scolarla al dente e saltarla nella padella con le cozze e le melanzane aggiungendo il sugo delle cozze, non aggiungere sale in quanto è proprio il liquido delle cozze a contenerne a sufficienza per la pasta. Ultimare la cottura della pasta in padella e aggiungere il basilico tritato. Impiattare e servire.

 

 

Spaghetti al granciporro

5 luglio 2015 § Lascia un commento

Spaghetti al Granciporro Non avevo mai assaggiato il granciporro pur abitando in un posto di mare, ma l’altro giorno il pescatore mi ha pregato di assaggiarlo dicendo che era saporito come un’aragosta e si è subito prodigato a darmi la ricetta, dopo tanto discutere non potevo non comprarlo. Qui sotto vi propongo la ricetta del pescatore che ho un po’ personalizzato.

Aveva ragione il pescatore, il sapore è delicato e dolce, davvero squisito. L’unica raccomandazione è di comprare quasti granchi vivi per essere sicuri che siano davvero freschi.

Ingredienti per 4 persone

320 g di spaghetti
12 pomodorini
1 granciporro da 600/700 g
uno spicchio d’aglio
mezzo bicchiere di vino bianco
un ciuffo di prezzemolo
olio e sale q.b.

Tagliare in due i pomodorini. Fare a pezzi il granchio e pulirlo eliminando le branchie e la coda. Mettere i pezzi del granchio in una larga padella con dell’olio ed uno spicchio d’aglio. Far soffriggere per 5 minuti, aggiungere il vino e sfumare, continuare per altri 3 o 4 minuti la cottura. Aggiungere i pomodori tagliati e far cuocere ancora una decina di minuti. Calare la pasta in abbondante acqua salata. Mentre la pasta si cuoce, togliere i pezzi di granchio dalla padella e metterli da parte e tenere in caldo, lasciando in padella il sughetto. Tritare il prezzemolo finemente. Scolare la pasta e metterla nella padella col sughetto, saltrare  bene e impiattare. Aggiungere in ogni piatto qualche pezzo del granchio, che era stato messo da parte, spolverare di prezzemolo tritato e servire.

 

 

 

 

 

 

Torta ripiena di piselli e salame

12 maggio 2015 § Lascia un commento

Peas and Salami Pie

Peas and Salami Pie

I piselli fresci sono disponibili solo per un breve perieodo dell’anno ed è bene approfittarne perchè sono preziosi per la nostra salute, inoltre sono buonissimi anche cucinati in questa torta salata ripiena!

P.S. Lo stampo che ho usato misura 25 cm

Ingredienti

750 g di piselli freschi
100 g di salame tagliato a cubetti
50 g di bacon tagliato a cubetti
mezza cipolla media
1 cucchiaio di olio
100 g di farina di grano duro
200 g di farina 0
150 g di burro
acqua ghiacciata circa 50 ml
burro per imburrare lo stampo
2 uova
sale q.b.
pepe q.b. (facoltativo)

Soffriggere in una pentola capiente il bacon, dopo qualche minuto aggiungere la cipolla tritata e farla imbiondire a fuooco lento aggiungendo un pò d’acqua. Aggiungere i piselli freschi e lasciarli cuocere girando ogni tanto e aggiungendo un filo d’acqua per non farli attaccare alla pentola. Intanto preparare una pasta brisè (si può usare un mixer) mescolando 100 g di farina di grano duro, 200 g di farina 0, 150 g di burro, un pizzico di sale e 50ml circa di acqua ghiacciata. Se l’impasto fosse secco si può aggiungere altra acqua. Lavorare gli ingredienti fino a d ottendere un impasto omogeneo e liscio. Dividere in due l’impasto, stendere con un matterello la pasta dino a raggiungere il diametro dello stampo. Imburrare lo stampo e foderarlo con la sfoglia di pasta brisè, farcirlo di piselli cotti, cubetti di salame e due uova sbattute, condire con sale e se si vuole anche pepe, coprire con l’altro disco di pasta brisè ed infornare a 180°C per circa 40 minuti. Servire tiepida.

Peas and Salami Pie

Peas and Salami Pie

Pappardelle al ragù di cinghiale

3 marzo 2015 § Lascia un commento

pappardelle al sugo di cinghiale

Ingredienti per 4 persone

350 g di pappardelle all’uovo
400 g di polpa di cinghiale
1,2 litri di passata di pomodoro
100 g di lardo
un gambo di sedano
una carota grande
una cipolla ramata
2 foglie di alloro
5 bacche di ginepro
1 bicchiere di vino rosso tipo Aglianico
sale q.b.

Tagliare a pezzetti la polpa di cinghiale. Tritare finemente la carota, la cipolla ed il sedano. In un’ampia pentola far soffriggere a fuoco lento il lardo tagliato a listarelle sottilissime fino a far sciogliere buona parte del grasso. Aggiungere il trito di cipolla, sedano e carota e far appassire bene aggiungendo un po’ d’acqua. Far soffriggere la carne di cinghiale mescolando più volte finché non sarà ben sigillata, sfumare col vino rosso. Quando il vino sarà evaporato aggiungere la passata di pomodoro, l’alloro e le bacche di ginepro. Coprire parzialmente la pentola con un coperchio semi-sollevato e far cuocere 3 o 4 ore finché la carne di cinghiale risulti tenera.Regolare di sale e condire le pappardelle cotte al dente con questo ragù.

Pasta ai peperoni

7 ottobre 2014 § Lascia un commento

pasta con peperoneFB Ricettina di fine estate semplice semplice…e direi anche salutare visto che l’olio è crudo, l’aglio c’è e anche questo non è cotto, e direi perfettamente aderente alla dieta mediterranea. L’ingrediente principale è il peperone (in questo caso ho usato solo peperoni gialli), l’aroma dell’aglio si sente, ma se non vi piace basta usarne poco , inoltre il basilico dà un tocco estivo al piatto, il che non guasta!

Ingredienti per 4 persone

400 gr di peperoni gialli
360 gr. di pasta
1 piccolo spicchio d’aglio
5 cucchiai d’olio extravergine d’oliva
una manciata di foglie di basilico
un pizzico di sale

Arrostire i peperoni gialli e spellarli accuratamente. Frullare i peperoni arrostiti e spellati con aglio, olio, sale, e basilico. Cuocere la pasta al dente in abbondante acqua salata, scolarla e condirla con la crema di peperoni frullati. Aggiungere qualche foglia di basilico e servire.

 

Dove sono?

Stai esplorando gli archivi per la categoria Primi piatti su Camera Conquista.