Un pranzo mediterraneo

26 febbraio 2014 § Lascia un commento

bottarga e carciofi

Spaghetti alla Bottarga

Ingredienti per 4 persone:
350  gr. di spaghetti
olio extra vergine d’oliva
bottarga di tonno grattuggiata (4 cucchiai)
aglio
prezzemolo
sale q.b.

Soffriggere l’aglio nell’olio veocemente e spegnere il fuoco. Far bollire abbondante acqua salata. Tritare finemente il prezzemolo. Quando la pasta risulta al dente scolarla e mantecarla in padella con l’aglio e l’olio a fuoco vivace. Finita la mantecatura spegnere il fuoco ed aggiungere la bottarga ed il prezzemolo tritato. Mantecare bene un’ultima volta e servire.

Carciofi all’aglio e prezzemolo

ingredienti per 4 persone
8 o 10 carciofi
2 grossi spicchi d’aglio
un mazzetto abbondante di prezzemolo
sale q.b.
olio extravergine d’oliva q.b.
1/2 limone.

Pulire i carciofi e dividerli in 4, immergerli in acqua resa acidula con il succo di mezzo limone. Intanto, in una padella, soffriggere l’aglio tritato nell’olio, aggoingere i carciofi e coprire lasciando cuocere e verificando se aggiungere acqua per favorire la cottura. Lasciar cuocere finchè i carciofi non saranno morbidi e il sughetto addensato. Spegnere il fuoco, cospargere di prezzemolo tritato, regolare di sale e servire.

Pastacresciute dolci all’uvetta

farina 00 q.b.
200 ml di acqua
50 ml di latte
15 gr. di lievito di birra
un cucchiaio di zucchero
50 gr. di uvetta sultanina ammorbidita in un liquore tipo grappa o strega
zucchero semolato per guarnire
olio per friggere

Sciogliere il lievito di birra nel latte, porre il liquido in una capiente ciotola, aggiungere l’acqua e mescolare la farina pian piano in modo da ottenere una pastella molto morbida (molto di più di un normale impasto). Aggiungere lo zucchero e far lievitare in un luogo caldo per un’ora. Terminata la lievitazione aggiungere l’uvetta. Scaldare l’olio e quando è a temperatura di frittura immergere l’impasto a cucchiaiate. Friggere le pastacresciute finchè non assumono un colore abbastanza deciso (in modo che dentro risultino cotte bene) scolarle e ancora tiepide passarle nello zucchero. Servire ben calde.

pastacresciute

Pastacresciute al glicine

1 aprile 2012 § 2 commenti

Oggi in giardino era pieno di fiori di glicine, ricordo che da piccola per gioco con altri bambini li  mangiavamo. La ricetta la devo ad una mia amica di studi universitari, è effettivamente bella da vedere, ma anche buona.

Ingredienti per 4 persone:

250 ml di acqua
4/5 fiori di glicine
un pizzico di sale
1/2 pezzetto di lievito di birra (12 gr. circa)
farina 0 q.b.
olio per friggere

Mettere l’acqua in una ciotola grande con il lievito ed un pizzico di sale, con la punta delle dita far sciogliere bene il lievito, aggiungere la farina man mano fino a formare una pastella morbida e liscia, lavorate bene l’impasto nella ciotola per amalgamare il tutto. Lasciate riposare mezz’ora circa coprendo la ciotola e tenendola al caldo ed al buio, qui si usa avvolgere tutto in una coperta e aspettare….(come ai tempi delle nostre nonne…).
Nel frattempo pulire bene il glicine e staccare i vari fiorellini. Quando l’impasto sarà lievitato (1/2 ora dovrebbe bastare) spolverizzarlo di glicine, prenderne a cucchiaiate, avendo cura di bagnare il cucchiaio per non far attaccare l’impasto, e tuffarle nell’olio caldo.
Servire le pastacresciute al glicine calde e spolverate di sale.

Dove sono?

Stai esplorando le voci con il tag pastacresciute su Camera Conquista.