Tartare di tonno fresco

23 giugno 2013 § 2 commenti

IMG_8410blog Per questa buonissimo antipasto estivo è necessario avere a disposizione del tonno fresco. La procedura è semplicissima in quanto l’unico ingrediente cotto è il farro. Per la forma cilindrica basta usare un coppapasta.

Ingredienti per 4 persone:

  • 200 gr. di farro
  • 200 gr. di tonno fresco sfilettato e tagliato a cubetti molto piccoli
  • 1 limone
  • 1 gambo di sedano
  • 1 cetriolo piccolo
  • 200 gr di pomodori (ciliegini o datterini) piccoli e dolci
  • semi di papavero e di sesamo
  • sale e olio extravergine d’oliva q.b.
  • pepe

Far bollire il farro per 15 minuti circa in abbondante acqua salata. A cottura ultimata scolarlo e farlo raffreddare. Condire il farro con un filo d’olio e semi di sesamo.

Condire i cubetti di tonno con un filo d’olio, qualche goccia di limone e un pizzico di semi di papavero.

Tagliare a cubetti il cetriolo, il pomodoro, ed il gambo di sedano, mescolarli bene, condirli con olio e pochissimo sale.

Poggiare un coppapasta su un piatto piano, riempirlo prima con del farro, appiattire e pressare un poco, poi proseguire con i cubetti di tonno e chiudere con l’insalata di cubetti di pomodoro, cetriolo e sedano.

Sformare e condire con un po’ di olio e pepe macinato fresco.

Zuppa di Roveja napoletana

21 dicembre 2012 § 2 commenti

Zuppa di roveja e farroIMG_4867per blog

L’anno scorso a Perugia comprai questo antico legume di cui ho già parlato nel mio precedente post. E’ passato un bel pò di tempo e ora posso farvi un breve resoconto del mio esperimento: Ho piantato la roveja a Napoli dove vivo. Certo qui il clima è più mite di quello umbro, forse sperimentando ancora si potrebbe fare di meglio…ma la soddisfazione di veder crescere le mie piantine e mangiarne i frutti c’è stata.

Le piantine messe, in primavera, in terra si sono sviluppate con l’arrivo del caldo e sono cresciute molto rapidamente, hanno lo stesso aspetto dei piselli, ma il colore dei loro fiori è violaceo. sono rampicanti e vanno aiutate con reti o fili.

Roveja pianta blog

A Luglio si effettua la raccolta, non è una pianta ad alta resa e pare che questa antica coltura sia stata abbandonata anche per questo, ma io avendo un’orto per uso familiare posso ben ignorare la resa, e coltivare per il piacere del palato…Comunque la raccolta è faticosa, bisogna far seccare i baccelli, batterli e separare i frutti dalla pianta secca.

Alla fine ho preparato una zuppa per 4 persone con i seguenti ingredienti:

150 gr. fi farro
150 gr. di roveja secca
150 gr. di ceci secchi
mezza cipolla
1 carota
1 fascetto di sedano
2 foglie d’alloro secche
sale, pepe, olio extravergine q.b.

Mettere a bagno i legumi per 12 ore in acqua e sale. Cuocere i legumi, io uso una pentola a pressione dove bastano 15 minuti dall’inizio del fischio. Tritare la cipolla con la carota ede il sedano, far soffriggere tutto in olio extravergine d’oliva. Aggiungere acqua e i legumi cotti, unire l’alloro secco. Quando la zuppa comincia a bollire unire il farro e lasciar cuocere 35-40 minuti. Regolare di sale e pepe e servire con crostini di pane.

Insalata di farro con pesto e pomodori

31 luglio 2012 § Lascia un commento

Sempre meno in vena di cucinare per il forte caldo che c’è in questi giorni, la ricetta che presento qui non è proprio una novità, mi piace e trovo che sia nutriente, infine è anche un’ottima ricetta vegana! Ogni tanto faremmo bene a limitare le proteine animali anche perché ne mangiamo tante e perché sfamare milioni di animali non fa bene al nostro pianeta, mangiare frutta e verdura è molto più ecologico oltre che salutare. Niente paura non sarò vegana, ma sono convinta che la dieta mediterranea sia tra le più salutari al mondo e dunque cerchiamo di reinterpretarla e riproporla.

Ingredienti per 2:

120 gr di farro
250 gr di pomodori freschi
3 cucchiai di pesto
sale q.b.

Sciacquare il farro e farlo bollire per 30 minuti, scolarlo e lasciarlo intiepidire. Tagliare a cubetti i pomodori. Aggiungere tre cucchiai di pesto al farro e mescolare bene, aggiungere i pomodori e regolare di sale.

P.S. Non aggiungo olio, quest’ultimo ingrediente è già contenuto nel pesto ed è meglio limitarlo.

 

 

 

Ravioli di farro con ricotta e bietole

23 marzo 2012 § Lascia un commento

Oggi vi lascio questa ricetta per salutare l’iverno….

Ingredienti per 4 persone:

per la pasta: 400 gr. di farina di farro, 4 uova, sale

per il ripieno: 400 gr. di ricotta, un fascio di bietole fresche, parmiggiano grattuggiato, un pizzico di noce moscata, sale q.b.

per il sugo: panna fresca, sale parmiggiano grattuggiato.

Disponete la farina a fontana sulla spianatoia, rompetevi al centro le uova, sbattete le uova con la forchetta quindi incominciate ad impastare con la punta delle dita. Lavorate la pasta con forza per ottendere un composto omogeneo e perfettamente amalgamato. Lavorate ancora la pasta ripiegandola su se stessa varie volte, infine formate una palla e avvolgetela in un panno di lino, lasciatela riposare per 15/20 minuti affinchè si ammorbidisca.  Intanto scottate le foglie delle bietole e scolatele molto bene, tritatelele e amalgamatele alla ricotta, mescolate bene e regolate con sale, formaggio e un pizzico di noce moscata. Prendete 1/4 dell’impasto al farro e stendetelo molto bene con il matterello, cercate di ottenere una sfoglia il più possibile sottile. Ponete a questo punto dei mucchietti piccoli di ripieno in prossimità del bordo dell’impasto, ripiegate il bordo sul ripieno ed esercitate una pressione con le dita sull’impasto tutt’attorno al ripieno. A questo punte usate lo strumento per tagliare i ravioli, nel mio caso è un tagliapasta tondo dentellato. Si formeranno delle mezze lune …Far bollire abbondante anqua e preparare una padella con della panna fresca. Calare i ravioli in abbondante acqua bollente e salata, in 3 minuti saranno cotti, scolarli e saltarli nella padella con la panna, se quest’ultima fosse troppo densa la si può diluire con un pò d’acqua di cottura dei ravioli, mentre se è poca potete aggiungere un pò di latte intero.Servite i ravioli spolverizzandoli di parmiggiano.

Biscotti al farro e mandorle

8 marzo 2012 § Lascia un commento

Oggi mi andava di usare la farina di farro che ho da un bel pò in dispensa…ho pensato di unirla alle mandorle ed al limone e di farne dei biscotti.
Sono semplici ma nutrienti e buonissimi. Mio figlio li ha divorati… 🙂
Ecco la ricetta:
Ingredienti:
190 gr. di farina di farro
30gr di farina 0
100 gr. di zucchero
1 uovo
50 gr. di burro
110 gr. di farina di mandorle
1/2 cucchiaino di lievito per dolci
buccia grattuggiata di un limone piccolo (bio)

far ammorbidire il burro a temperatura ambiente. Mescolare l’uovo allo zucchero e dopo che il composto sarà omogeneo aggiungere le farine: farro, tipo 0 e mandorle.Unire il lievito, unire la buccia grattugiata del limone ed infine il burro.
Mescolare tutto fino a formare una palla compatta. Riporre l’impasto al fresco ed aspettare 1/2 ora, dopo dividere l’impato in 2-3 pezzi e stendere ognuno col matterello fino ad uno spessore di circa 1/2 cm. Tagliare la pasta con una formella rotonda, io uso un bicchiere…porre i biscotti su una teglia  rivestita di carta da forno e cuocere per una decina di minuti a 180°C. Lasciar raffreddare su una griglia e conservare in un recipiente chiuso.

Un ultimo consiglio: la farina di farro assorbe molto i liquidi, se usate un ovo piccolo potrebbe risultare un impasto un pò secco, in questo caso si può aggiungere una tazzina di succo d’arancia o di latte.

Dove sono?

Stai esplorando le voci con il tag farro su Camera Conquista.