Pappardelle al ragù di cinghiale

3 marzo 2015 § Lascia un commento

pappardelle al sugo di cinghiale

Ingredienti per 4 persone

350 g di pappardelle all’uovo
400 g di polpa di cinghiale
1,2 litri di passata di pomodoro
100 g di lardo
un gambo di sedano
una carota grande
una cipolla ramata
2 foglie di alloro
5 bacche di ginepro
1 bicchiere di vino rosso tipo Aglianico
sale q.b.

Tagliare a pezzetti la polpa di cinghiale. Tritare finemente la carota, la cipolla ed il sedano. In un’ampia pentola far soffriggere a fuoco lento il lardo tagliato a listarelle sottilissime fino a far sciogliere buona parte del grasso. Aggiungere il trito di cipolla, sedano e carota e far appassire bene aggiungendo un po’ d’acqua. Far soffriggere la carne di cinghiale mescolando più volte finché non sarà ben sigillata, sfumare col vino rosso. Quando il vino sarà evaporato aggiungere la passata di pomodoro, l’alloro e le bacche di ginepro. Coprire parzialmente la pentola con un coperchio semi-sollevato e far cuocere 3 o 4 ore finché la carne di cinghiale risulti tenera.Regolare di sale e condire le pappardelle cotte al dente con questo ragù.

Cavolfiore gratinato

30 gennaio 2015 § Lascia un commento

Baked cauliflower  Ricetta sicuramente a prova di dieta, quasi vegana se non fosse per il parmigiano che si sparge sul cavolo prima di gratinarlo…da provare!

Ingredienti per 4 persone

2 piccoli cavoli uno bianco e uno romanesco
un ciuffo di prezzemolo
uno spicchio d’aglio
150g di parmigiano reggiano grattugiato
olio di oliva extravergine
sale e pepe q.b.

Lavare e tagliare in piccoli pezzi i cavolfiori. Farli bollire per 5 o 7 minuti affinché diventino un po più teneri. Trasferire i cavolfiori ben scolati in ciotole da forno, aggiungere l’aglio sminuzzato, irrorarli di olio, sale e pepe e cospargervi sopra il parmigiano.Tritare il prezzemolo e tenerlo da parte. Cuocere in forno a 180°C per 25 minuti finché non appaiono coloriti. Cospargere di prezzemolo finemente tritato e servire.

Biscotti al limone e pistacchio

25 luglio 2014 § Lascia un commento

biscotti  Più che biscotti sembrano pasticcini e, devo dire, sono ottimi anche per il thè, basta poco a farli…ecco la ricetta:

Ingredienti:

120 gr di zucchero
270 gr di farina
1 uovo
100 gr di burro
25 ml di succo di limone
la buccia grattuggiata di un limone
40 gr. di farina di pistacchio (possibilmente di Bronte)
un cucchiaino di lievito in polvere per dolci
Zucchero semolato e zucchero a velo per spolverare

Unire lo zucchero alla buccia di limone grattuggiata, aggiungere la farina ed il burro ammorbidito, cominciare ad amalgamare questi ingredienti, aggiungere l’uovo e continuando ad amalgamare aggiungere il succo di limone, la farina di pistacchio ed infine il cucchiaino di lievito in polvere. Far riposare l’impasto al fresco per mezz’ora. Formare delle piccole palline di impasto con le mani schiacciarle su un lato nello zucchero semolato infine adagiarle a distanza regolare su una teglia ricoperta di carta da forno. Cuocere in forno per 10-15 minuti a 180°C. Io ho notato che appena sono cotti si sparge dal forno un odore di limone, è accaduto numerose volte che quando comincio a sentire questo profumo sono cotti! Mettere i biscotti a raffreddare e alla fine cospargerli di zucchero a velo!

 

biscotti2

Torta di mele

7 marzo 2013 § 1 Commento

torta blog

Questa torta di mele è semplicissima e molto adatta ai bambini. I pezzettini di mela si fondono nell’impasto, resta un poco umida, ed è anche ottima a colazione.

Ingredienti:

3 mele golden di grandezza media200 gr. di farina 100 gr. di zucchero50 gr. di burro 1 bicchiere (circa 125 ml) di latte3 uova1 arancia bio1 limone bio16 gr. (1 bustina) di lievito per dolci

Grattuggiare la buccia dell’arancia poi ricavarne il succo e metterlo in una ciotola capiente. Tagliare a cubetti piccoli le mele e immergerle nel succo d’arancia. Preparare l’impasto sbattendo le uova con lo zucchero, unire la farina, le bucce grattuggiate di arancia e limone ed infine il burro sciolto in mezzo bicchiere di latte tiepido. Mescolare bene per un quarto d’ora. Infine versare il restante latte ed il lievito setacciato. Mescolando ancora separare i cubetti di mela dal succo d’arancia e aggiungerli all’impasto. Imburrare e infarinare una teglia di 24 cm. di diametro e versarvi l’impasto. Infornare a 180°C per 20 minuti, fare la prova con lo stuzzicadenti per verificare la cottura prima di sfornare la torta.

Riso e verza

16 gennaio 2013 § 1 Commento

riso-verza Blog

Questa ricetta tradizionale napoletana è perfetta per le fredde e piovose giornate invernali. Direi che è tempo di cucinarla…

Ingredienti (per 4 persone)

Mezzo cavolo verza (calcolate circa 100 gr. di verza a persona)
uno spicchio d’aglio
350 gr di riso originario
parmigiano grattugiato
una scorza di formaggio parmigiano o grana
olio, sale q.b.

Tagliare la verza a julienne. Soffriggere lo spicchio d’aglio in circa 4 cucchiai d’olio, unire la verza e soffriggere per cinque minuti, affinché la verza risulti morbida. Grattare bene la parte esteriore della scorza di formaggio, tagliarla a cubetti piccoli e aggiungerla alla verza. Aggiungere circa 800 ml. di acqua e portare ad ebollizione, unire il riso e cuocere mescolando ripetutamente fino a far assorbire tutta l’acqua come in un risotto. Regolare di sale e servire con una spolverata di parmigiano grattugiato.

Winter Soup

10 febbraio 2012 § Lascia un commento

   Brr…con questo freddo è davvero tempo di cucinare un buon brodo di pollo! Un immancabile pietanza condivisa dalle tradizioni di tanti popoli, base per zuppe e risotti, capace di rimettere in sesto i malati e ritemprare gli spiriti, citando Montalban (autore di “Ricette Immorali”): “E’ l’ideale per esseri umani imbottiti di filosofia sui cibi naturali” .
E l’ideale è anche avere un pollo ruspante, prelevato direttamente da un pollaio da amorevoli mani assassine. Le ricette di brodi e zuppe sono puramente indicative, non esiste una ricetta, ogni volta è una diversa alchimia, diamo via libera alla sperimentazione con aromi come semi di finocchietto, cumino, pepe, timo, santoreggia, o chissà cosa…tutto va bene pur di dichiarare guerra ai brodi pronti, dadi o granulati che siano, sono quasi sempre a base di glutammato monosodico! Dunque largo alla fantasia!

Dove sono?

Stai esplorando gli archivi per la categoria Inverno su Camera Conquista.