Babbà napoletano semplicissimo

25 luglio 2013 § Lascia un commento

babbà  Con questa ricetta è facilissimo fare un’ottimo babbà come quello comprato in pasticceria. La ricetta è tratta dal libro “Sapori di casa nostra” di Gianny De Bury.

Ingredienti:

200 gr. di farina
1 cucchiaio di zucchero
4 uova (2 intere e 2 tuorli)
1 tazzina da caffè di olio
25 gr. (1 cubetto) di lievito di birra,
rhum,
un pizzico di sale

In una bastardella mescolate il lievito sciolto un una mezza tazzina da caffè di acqua tiepida, l’olio, 2 uova intere e due tuorli d’uovo, un cucchiaio di zucchero ed un pizzico si sale. Mescolando delicatamente aggiungere la farina. Impastare bene, potete usare anche un mixer, io ho usato uno sbattitore con le fruste per gli impasti. Vedrete che l’impasto diventa molto coeso e si stacca dalle fruste facilmente, a questo punto metterlo nel ruoto da babbà e aspettate che cresca fino a raggiungere il bordo della teglia. Infornare per mezz’ora a 180°C. Infine preparare uno sciroppo facendo bollire per qualche minuto acqua (300 ml) e zucchero(120 gr.)  e quando si è intiepidito aggiungere il rhum. Bagnare il babbà con questo sciroppo al rhum e servire.

Annunci

Spaghetti alle uova di riccio

21 luglio 2013 § 2 commenti

spaghetti blog  La prima volta che ho assaggiato gli spaghetti alle uova di riccio era in Sicilia, ben 18 anni fa. Quest’estate sono tornata in Sicilia e precisamente sull’isola di Favignana: un posto incantevole dove il mare è color turchese come in un atollo tropicale ed emana un forte profumo, lo stesso delle poseidonie dei ricci che crescono a pochi metri di profondità dalla costa. Una mattina ho incontrato un bambino di otto anni che si immergeva a raccogliere il suo mucchio di ricci mentre il padre lo aspettava a riva, ho immaginato che portasse il suo raccolto alla madre che stava a casa pronta per cucinare quella bontà, proprio come avrebbe fatto un suo coetaneo dell’entroterra andando nell’orto di casa a raccogliere i pomodori per la madre.

La fatica di estrarre le uova viene ricompensata dalla semplicità e rapidità con cui si cucina questo piatto, il tempo da calcolare è solo quello della cottura della pasta…

Ingredienti per 2 persone:

14 ricci femmina di dimensioni medio grandi
180 gr. di spaghetti
un piccolo spicchio d’aglio
olio extravergine d’oliva delicato q.b.
sale q.b.

Pulire i ricci di mare tagliando via la parte inferiore che è quella dove si trova la bocca del riccio, una volta tolta questa parte svuotare il riccio della sua acqua e delle interiora, e estrarre le uova arancioni/rosse con un cucchiaino. Mettere da parte tutte le uova in una piccola ciotola. Far bollire abbondante acqua salata per gli spaghetti.  In una larga padella far soffriggere poco un piccolo spicchio d’aglio con abbondante olio extravergine d’oliva. Cuocere gli spaghetti e quando risultano al dente scolarli e mantecarli nella padella con l’aglio e l’olio a fuoco vivo per un minuto o meno. Spegnere il fuoco e aggiungere le uova di riccio, mantecare ulteriormente sempre a fuoco spento. Se necessario regolare di sale (ma meglio sarebbe evitare ulteriore aggiunta di sale dato che gli spaghetti sono già stati cotti in acqua salata) e non aggiungere nient’altro. Secondo me sono ottimi senza prezzemolo o altro!

uova blog

Tartare di tonno fresco

23 giugno 2013 § 2 commenti

IMG_8410blog Per questa buonissimo antipasto estivo è necessario avere a disposizione del tonno fresco. La procedura è semplicissima in quanto l’unico ingrediente cotto è il farro. Per la forma cilindrica basta usare un coppapasta.

Ingredienti per 4 persone:

  • 200 gr. di farro
  • 200 gr. di tonno fresco sfilettato e tagliato a cubetti molto piccoli
  • 1 limone
  • 1 gambo di sedano
  • 1 cetriolo piccolo
  • 200 gr di pomodori (ciliegini o datterini) piccoli e dolci
  • semi di papavero e di sesamo
  • sale e olio extravergine d’oliva q.b.
  • pepe

Far bollire il farro per 15 minuti circa in abbondante acqua salata. A cottura ultimata scolarlo e farlo raffreddare. Condire il farro con un filo d’olio e semi di sesamo.

Condire i cubetti di tonno con un filo d’olio, qualche goccia di limone e un pizzico di semi di papavero.

Tagliare a cubetti il cetriolo, il pomodoro, ed il gambo di sedano, mescolarli bene, condirli con olio e pochissimo sale.

Poggiare un coppapasta su un piatto piano, riempirlo prima con del farro, appiattire e pressare un poco, poi proseguire con i cubetti di tonno e chiudere con l’insalata di cubetti di pomodoro, cetriolo e sedano.

Sformare e condire con un po’ di olio e pepe macinato fresco.

Ravioli mozzarella e basilico

4 ottobre 2012 § 3 commenti

Ecco uno dei primi post autunnali che conservano ancora il profumo dell’estate! Provate a farli e poi ditemi se non sono squisiti!
Ingredienti per 4 persone
Per la sfoglia
300 gr. di farina 00
3 uova

Per il ripieno
200 gr. di ricotta
200 gr. di mozzarella
150 gr di caciocavallo di stagionatura media
pepe

per il sugo : burro e basilico tritato q.b.

Impastare le uova con la farina (se l’impasto fosse troppo duro aggiungere una piccolissima quantità d’acqua), dargli una forma sferica quando ormai tutti gli ingredienti hanno formato un impasto molto liscio e omogeneo e metterlo a riposare in un luogo fresco.

Intanto preparare l’impasto tritando i vari formaggi molto finemente, io ho fatto dei piccolissimi cubetti. aggiungere il pepe e mescolare bene. Non ho aggiunto sale perché è sufficiente quello dei formaggi. Se però usate mozzarella di bufala e ricotta di bufala di Battipaglia (e lo consiglio perchè sono prodotti eccezionali) potete aggiungere un pizzico di sale perché da quelle parti mettono poco sale nella mozzarella e ricotta.

Stendere la sfoglia, porre dei mucchietti di ripieno su di essa e richiuderla per poi tagliare i ravioli con l’apposito tagliapasta.

Far bollire questi ravioli per 5 minuti (così fonde la mozzarella all’interno) in abbondante acqua salata e infine saltarli in padella con burro e basilico fresco tritato. Spolverare di parmigiano e servire.

Sicilia

13 settembre 2012 § Lascia un commento

Meravigliosa Sicilia, con le squisite granite di pistacchio di Bronte, di mandorle, di Gelso. Bello tornare a casa con tanti ricordi di profumi, sapori, colori intensi come più non si può immaginare….

Profiteroles al limone

12 agosto 2012 § Lascia un commento

E’ un dolce che andava molto di moda anni fa, oggi lo vedo poco in giro…eppure è buonissimo soprattutto se fatto con i limoni che si producono in Italia. Qui vi propongo la mia ricetta con una crema “delizia limone” che non prevede l’utilizzo di uova.  I bignè li ho comprati già fatti poiché il forte caldo mi impedisce di utilizzare il forno…

Ingredienti per i bignè

100 gr di bignè già pronti
2 albumi
100 gr di zucchero
200 gr di panna da montare
scorza grattuggiata di un limone

Montare la panna e aggiungere la scorza di limone grattuggiata.Preparare la farcitura montando a neve ferma gli albumi, unite lo zucchero e mescolando dall’alto verdo il basso unire la panna montata. Tagliare tutti i bignè e farcirli.

Crema delizia al limone

1/2 litro di latte
buccia di un limone tagliata sottile
100 gr. di farina 00
100 gr. di zucchero
1 bustina di vanillina
125 ml. di panna fresca da montare

Porre le bucce di limone nel latte, e mettere sul fuoco, spegnere appena bolle. In un’altra pentola mescolare la farina più un terzo del latte e formare una cremina, passarla per un colino e infine aggiungere il restante latte. Unire lo zucchero e mettere tutto sul fuoco, al primo segno di addensamento spegnere e far raffreddare il composto, quando e’ freddo unire la panna da dolci liquida (non montata).
Alla fine immergere ogni bignè farcito in questa crema al limone e metterlo su di un piatto da portata. Decorare con zest di limone e servire ben freddo dopo qualche ora di riposo in frigorifero.

Insalata di farro con pesto e pomodori

31 luglio 2012 § Lascia un commento

Sempre meno in vena di cucinare per il forte caldo che c’è in questi giorni, la ricetta che presento qui non è proprio una novità, mi piace e trovo che sia nutriente, infine è anche un’ottima ricetta vegana! Ogni tanto faremmo bene a limitare le proteine animali anche perché ne mangiamo tante e perché sfamare milioni di animali non fa bene al nostro pianeta, mangiare frutta e verdura è molto più ecologico oltre che salutare. Niente paura non sarò vegana, ma sono convinta che la dieta mediterranea sia tra le più salutari al mondo e dunque cerchiamo di reinterpretarla e riproporla.

Ingredienti per 2:

120 gr di farro
250 gr di pomodori freschi
3 cucchiai di pesto
sale q.b.

Sciacquare il farro e farlo bollire per 30 minuti, scolarlo e lasciarlo intiepidire. Tagliare a cubetti i pomodori. Aggiungere tre cucchiai di pesto al farro e mescolare bene, aggiungere i pomodori e regolare di sale.

P.S. Non aggiungo olio, quest’ultimo ingrediente è già contenuto nel pesto ed è meglio limitarlo.

 

 

 

Dove sono?

Stai esplorando gli archivi per la categoria Estate su Camera Conquista.