Babbà napoletano semplicissimo

25 luglio 2013 § Lascia un commento

babbà  Con questa ricetta è facilissimo fare un’ottimo babbà come quello comprato in pasticceria. La ricetta è tratta dal libro “Sapori di casa nostra” di Gianny De Bury.

Ingredienti:

200 gr. di farina
1 cucchiaio di zucchero
4 uova (2 intere e 2 tuorli)
1 tazzina da caffè di olio
25 gr. (1 cubetto) di lievito di birra,
rhum,
un pizzico di sale

In una bastardella mescolate il lievito sciolto un una mezza tazzina da caffè di acqua tiepida, l’olio, 2 uova intere e due tuorli d’uovo, un cucchiaio di zucchero ed un pizzico si sale. Mescolando delicatamente aggiungere la farina. Impastare bene, potete usare anche un mixer, io ho usato uno sbattitore con le fruste per gli impasti. Vedrete che l’impasto diventa molto coeso e si stacca dalle fruste facilmente, a questo punto metterlo nel ruoto da babbà e aspettate che cresca fino a raggiungere il bordo della teglia. Infornare per mezz’ora a 180°C. Infine preparare uno sciroppo facendo bollire per qualche minuto acqua (300 ml) e zucchero(120 gr.)  e quando si è intiepidito aggiungere il rhum. Bagnare il babbà con questo sciroppo al rhum e servire.

Spaghetti alle uova di riccio

21 luglio 2013 § 2 commenti

spaghetti blog  La prima volta che ho assaggiato gli spaghetti alle uova di riccio era in Sicilia, ben 18 anni fa. Quest’estate sono tornata in Sicilia e precisamente sull’isola di Favignana: un posto incantevole dove il mare è color turchese come in un atollo tropicale ed emana un forte profumo, lo stesso delle poseidonie dei ricci che crescono a pochi metri di profondità dalla costa. Una mattina ho incontrato un bambino di otto anni che si immergeva a raccogliere il suo mucchio di ricci mentre il padre lo aspettava a riva, ho immaginato che portasse il suo raccolto alla madre che stava a casa pronta per cucinare quella bontà, proprio come avrebbe fatto un suo coetaneo dell’entroterra andando nell’orto di casa a raccogliere i pomodori per la madre.

La fatica di estrarre le uova viene ricompensata dalla semplicità e rapidità con cui si cucina questo piatto, il tempo da calcolare è solo quello della cottura della pasta…

Ingredienti per 2 persone:

14 ricci femmina di dimensioni medio grandi
180 gr. di spaghetti
un piccolo spicchio d’aglio
olio extravergine d’oliva delicato q.b.
sale q.b.

Pulire i ricci di mare tagliando via la parte inferiore che è quella dove si trova la bocca del riccio, una volta tolta questa parte svuotare il riccio della sua acqua e delle interiora, e estrarre le uova arancioni/rosse con un cucchiaino. Mettere da parte tutte le uova in una piccola ciotola. Far bollire abbondante acqua salata per gli spaghetti.  In una larga padella far soffriggere poco un piccolo spicchio d’aglio con abbondante olio extravergine d’oliva. Cuocere gli spaghetti e quando risultano al dente scolarli e mantecarli nella padella con l’aglio e l’olio a fuoco vivo per un minuto o meno. Spegnere il fuoco e aggiungere le uova di riccio, mantecare ulteriormente sempre a fuoco spento. Se necessario regolare di sale (ma meglio sarebbe evitare ulteriore aggiunta di sale dato che gli spaghetti sono già stati cotti in acqua salata) e non aggiungere nient’altro. Secondo me sono ottimi senza prezzemolo o altro!

uova blog

Dove sono?

Stai visualizzando gli archivi per luglio, 2013 su Camera Conquista.